Sviluppo Sostenibile, gli obiettivi dell’Agenda 2030 «Le nostre azioni sono il nostro futuro»

Sviluppo Sostenibile, gli obiettivi dell’Agenda 2030 «Le nostre azioni sono il nostro futuro»

6 Ottobre 2020 0 Di Redazione

Agenda 2030, la nuova frontiera per uno sviluppo sostenibile

#2030isnow #SviluppoSostenibile #Agenda2030 Fiera Del LevanteLa prima volta che è stato introdotto il concetto di sviluppo sostenibile risale al 1987. Si è pensanto ad uno sviluppo in grado di soddisfare i bisogni delle generazioni attuali senza compromettere la possibilità che le generazioni future possano compromettere i propri. L'Agenda 2030 è un programma d'azione per le persone, il pianeta, la prosperità, la pace e la partnership. Il 25 settembre 2015 questo programma è stato sottoscritto dai governi di 193 paesi membri dell'ONU e ingloba 17 obiettivi e 169 sotto obiettivi, target o traguardi, riguardo la vita umana del pianeta, da raggiungere per tutti i paesi del mondo entro il 2030.Ogni obiettivo punta a realizzare l'equilibrio globale di sostenibilità dell'intero sistema.Ogni paese deve impegnarsi in una strategia di sviluppo sostenibile per raggiungere gli obiettivi entro il termine stabilito, il 2030. E il punto di forza deve essere l'universalità per cogliere i bisogni comuni a tutti i paesi.Sono 700 milioni le persone che ad oggi vivono in condizioni di povertà estrema e in diverse aree rurali. Le cause sono la malnutrizione, i cambiamenti climatici, la mancanza di educazione e l'uso di risorse energetiche ed idriche.Sono state diverse le tappe verso lo sviluppo sostenibile a partire dal 1972 al 2015. Dal 2010 si è tenuto conto del quadro strategico decennale basato su tre priorità tra loro interconnesse: crescita intellettuale, sostenibile e solidale.#fdl2020#prontipartenzafieraA cura di Guerino Amoruso

Pubblicato da Radio Social Web su Martedì 6 ottobre 2020

Di sviluppo sostenibile si inizia a parlare ufficialmente nel 1987, con il rapporto Brundtland, dove viene definito come “lo sviluppo che è in grado di soddisfare i bisogni delle generazioni attuali senza compromettere la possibilità che le generazioni future riescano a soddisfare i propri”.
L’Agenda 2030 è un programma d’azione per le persone, il pianeta, la prosperità, la pace e la partnership. Il 25 settembre 2015 questo programma è stato sottoscritto dai governi di 193 paesi membri dell’ONU e ingloba 17 obiettivi e 169 sotto obiettivi, target o traguardi, riguardo la vita umana del pianeta, da raggiungere per tutti i paesi del mondo entro il 2030.
Ogni obiettivo punta a realizzare l’equilibrio globale di sostenibilità dell’intero sistema.
Ogni paese deve impegnarsi in una strategia di sviluppo sostenibile per raggiungere gli obiettivi entro il termine stabilito, il 2030. E il punto di forza deve essere l’universalità per cogliere i bisogni comuni a tutti i paesi.
Sono 700 milioni le persone che ad oggi vivono in condizioni di povertà estrema e in diverse aree rurali. Le cause sono la malnutrizione, i cambiamenti climatici, la mancanza di educazione e l’uso di risorse energetiche ed idriche.
Sono state diverse le tappe verso lo sviluppo sostenibile a partire dal 1972 al 2015.
Dal 2010 si è tenuto conto del quadro strategico decennale basato su tre priorità tra loro interconnesse: crescita intellettuale, sostenibile e solidale.
A cura di Guerino Amoruso