«D’amore non si muore», autobiografia di Lino Capolicchio

«D’amore non si muore», autobiografia di Lino Capolicchio

28 Agosto 2020 0 Di Cinestorie

Custode di oltre cinquant’anni di storia del cinema italiano, l’attore Lino Capolicchio ha presentato, ieri 27 agosto, al Bari International Film Festival il suo libro autobiografico “D’amore non si muore”.

Ascolta il podcast

Pubblicato dalle Edizioni di Bianco e Nero e quindi dal CSC Cineteca Nazionale insieme all’editore Rubbettino, il libro racconta la vita e la carriera dell’attore attraverso i tanti protagonisti della nostra cultura. Dagli esordi, dove Pasolini ne riconosce il talento e la bellezza, passa per un rifiuto di Fellini a lavorare con lui e racconta una cena da  De Andrè. Ancora, un De Sica che gli pettina i capelli sul set, rapito.

Poi i tempi recenti, il lavoro con Pupi Avati e anche un incontro Muhammad Ali. Capolicchio vive intensamente il suo lavoro di attore e sa riconoscere una futura stella quando la vede. Quasi fosse lui l’autore del firmamento delle celebrità nostrane, gli dobbiamo la nascita di astri come Sabrina Ferilli o Pierfrancesco Favino.

L’incontro è stato condotto dal giornalista e critico cinematografico Enrico Magrelli al Teatro Margherita.

A cura di Michelangelo Clemente 

Foto di Raffaella Fasano